Cultura

27 Ottobre 2021

Parco Sant’Andrea, un desiderio della comunità di Castelpoto che si realizza

A distanza di decenni restituiamo alla comunità di Castelpoto due siti di rilevanza storico-architettonica e di pregio naturalistico ambientale. Il serbatoio idrico di via Diaz realizzato nel 1932 tipico esempio di architettura razionalista degli anni 30 diventa un’area rigenerata al centro del paese e sottratta ad un degrado che è durato per troppo tempo. S. Andrea è un sito di particolare pregio storico, sorge sulle rovine del tempio dedicato alla dea Giunone. Le sue origini sono antichissime come testimonia il recente ritrovamento dell’epigrafe romana. Oggi diventa parco urbano dove si può godere di una vista eccezionale, circondati da oltre venti secoli di storia. Un fascino senza tempo che si riconcilia con il nostro passato e ci proietta verso un futuro da costruire insieme. Il desiderio di mons. Laureato Maio e di tantissimi Castelpotani finalmente si è avverato. Riconsegniamo alla comunità un luogo simbolo, suggestivo intimamente legato alla nostra storia millenaria”. Ad annunciarlo è l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vito Fusco.

“È certamente un primo passo, il sito necessita di ulteriori interventi che saranno successivamente implementati. Questo prezioso lavoro, non costituisce una semplice riqualificazione urbana, ma siamo di fronte a un formidabile “strumento” per conservare e trasmettere il bagaglio sociale e culturale della nostra comunità potenziando il senso di appartenenza. Avrà certamente una significativa valenza turistica, un attrattore su cui costruire percorsi ed itinerari tematici.

La sfida è quello di far diventare Castelpoto non solo un luogo di conservazione, ma un centro di innovazione e di sperimentazione di buone pratiche di comunità. Una realtà attiva, proiettata al futuro, che non si rassegna al declino e allo spopolamento, ma che, grazie, a una programmazione strategica condivisa, ambisce a diventare modello dell’abitare del futuro portando con sé le orme degli insegnamenti del passato”.

L’evento di apertura si terrà domenica 31 ottobre alle ore 16.00. Interverranno: Dott. Vito Fusco – Sindaco di Castelpoto; Don Luigi Mazzone – Parroco di Castelpoto; Prof. Crescenzo Muccio – Storico locale; Dott. Ferdinando Creta – Supporto scientifico egestionale del Teatro Romanodi Benevento.

 

3449884456206585724_n

28 October 2021



Ultimi articoli

Dal Comune 2 Novembre 2021

Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Il Comune di Castelpoto, in occasione della Ricorrenza della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, ricorda il Centenario della Traslazione all’Altare della Patria del Milite Ignoto, Simbolo di tutti Caduti della Grande Guerra e del Sacrificio di tanti Castelpotani , immolatisi per l’Italia ed il cui Nome risplende sul Monumento eretto a Loro imperitura Memoria.

Ruoli e Tributi 28 Ottobre 2021

REGOLAMENTO E MODULISTICA PER L’APPLICAZIONE DEL CANONE UNICO PATRIMONIALE

PER L’OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO E DI ESPOSIZIONE PUBBLICITARIA E DEL CANONE MERCATALE.

Cultura 27 Ottobre 2021

Parco Sant’Andrea, un desiderio della comunità di Castelpoto che si realizza

A distanza di decenni restituiamo alla comunità di Castelpoto due siti di rilevanza storico-architettonica e di pregio naturalistico ambientale.

torna all'inizio del contenuto